Migliore barbecue elettrico

Barbecue elettrico Weber PULSE 1000

Barbecue elettrico Weber PULSE 1000
  • Griglia di cottura in ghisa smaltata per una uniforme distribuzione del calore e per creare i caratteristici segni della rosolatura
  • Dimensioni della griglia di cottura 41x31cm
  • Dimensioni del barbecue montato 74x65x h137 cm
  • La tecnologia iGrill integrata offre un maggior controllo sulla cottura del cibo e invia in tempo reale la temperatura tramite bluetooth all’app Weber iGrill installata sul tuo dispositivo mobile.
  • Spia di riscaldamento lampeggiante fino al raggiungimento della temperatura impostata
  • Display led temperatura situato sul pannello di controllo anteriore
  • Manopola di regolazione manuale della temperatura
  • Cruscotto frontale rimovibile
  • Vaschetta di raccolta del grasso rimovibile per una veloce e facile pulizia
  • Resistenze elettriche rimovibili
  • Possibilità di connettere fino a due sonde di temperatura
  • Pratico cavalletto con ganci portautensili e griglia di supporto

Barbecue elettrico WEBER Q 1400

BARBECUE ELETTRICO WEBER Q 1400
  • Larghezza: 686 mm
  • Profondità: 420 mm
  • Altezza: 369 mm
  • Peso: 11 kg
  • Materiale della scocca: Alluminio
  • Potenza totale: 2200 W
  • Termostato regolabile
  • Regolatore di temperatura continuo: Sì

Compra BARBECUE ELETTRICO WEBER Q 1400

Barbecue Elettrico Tefal con Coperchio a Cupola BG9108

Barbecue-Elettrico-tefal-con-Coperchio-a-Cupola-BG9108
  • Marca: Tefal
  • Colore: nero
  • Dimensioni oggetto: 29 x 50 x 50 cm  – ( Peso: 10 g ) 
  • Dimensioni confezione: 29 x 50 x 50 cm  – ( Peso: 2.11 Kg ) 

Com’è fatto un barbecue elettrico ?

Da definizione il barbecue elettrico è un tipo di barbecue mobile logicamente, funziona logicamente  ad elettricità e che quindi non ha bisogno di combustibili quali carbone, legna o gas per arrostire le pietanze. Il vantaggio e svantaggio è che il barbecue elettrico si può quindi impiegare ovunque vi sia una presa della corrente, è perciò adattato alle esigenze di spazio e di tempo della vita cittadina, poichè può essere utilizzato internamente se si ha sufficiente spazio, diciamo che trova il suo habitat naturale sul balcone del vostro appartamento, giardino oppure in veranda.
Tra le caratteristiche che prendiamo in esame per la scelta del barbecue elettrico sono  struttura,  dimensioni e peso, forma e tipo di appoggio.
In base alle vostre disponibilità ed esigenze, potete scegliere tra le svariate tipologie presentate su questo sito. Andiamo ora ad esaminare singolarmente tutti gli aspetti relativi alla struttura.

Quanto è grande un barbecue elettrico ?

Per prima cosa la prima cosa da esaminare sono le dimensioni complessive del barbecue elettrico successivamente quelle del piano di cottura, infatti è importante infatti notare il rapporto tra ingombro effettivo del barbecue elettrico e la dimensione del nostro piano di cottura. Potete fare un’idea di tale rapporto osservando le foto dei vari BBQ, in particolare la larghezza del bordo.
La dimensione del piano cottura è un aspetto molto importante da valutare, difatti è sempre espressa tra le caratteristiche dei prodotti. Per la scelta, vi invitiamo a considerare tre aspetti: il numero dei commensali.


Solitamente la larghezza del piano cottura non è inferiore ai 25 cm ed è proporzionata con la lunghezza: su un barbecue elettrico della larghezza di 25-30 cm con 40-50 cm di lunghezza potete tranquillamente cucinare 4 bistecche medie assieme.
Il peso del barbecue dipende sia dalla sua grandezza che dai materiali di cui è fatto. Tale aspetto non è rilevante, se non in relazione al piano di appoggio per la cottura (ripiano della cucina, tavolo) e se si considera che il BBQ andrà messo probabilmente all’esterno. Considerate che se volete usare il barbecue elettrico , vi converrà acquistare un modello leggero e pratico da trasportare. Attenti che una struttura un po’ pesante aiuta a garantire la stabilità al barbecue e quindi potrebbe in alcune situazioni essere più sicura.

Peso del barbecue elettrico


Per quanto riguarda il peso la struttura complessiva varia da molto leggera di circa 1 kg a una più complessa e importante che può raggiungere e superare anche i 10 kg.
Ovviamente In ogni caso per motivi di sicurezza il barbecue, pesante o leggero che sia, dovrà essere posizionato necessariamente su un piano di appoggio stabile: dovrete quindi accertarvi di acquistare un barbecue elettrico di dimensioni compatibili con lo spazio che avete a disposizione .

Dove mettere un barbecue elettrico ?

In relazione al luogo e allo spazio che avete a disposizione, dovete considerare se il barbecue elettrico è dotato di una struttura di sostegno o no: nei migliori casi troverete barbecue elettrici molto versatili che permettono sia l’utilizzo direttamente su un piano come esempio il classico tavolo da cucina o una struttura di sostegno apposita in metallo, con o senza rotelle e magari con altezza regolabile, caratteristiche comode soprattutto per l’utilizzo all’esterno.
Ma se avete poco spazio e pensate di poter usare il barbecue elettrico appoggiandolo semplicemente su un tavolo o su un ripiano, potete orientarvi verso un modello molto basilare.
Considerate anche la presenza o meno di manici che rendono un barbecue facile da trasportare. Se il manico è poi termoisolante, che permette il trasporto il barbecue quando è ancora bollente.
Fondamentale anche la presenza di elementi strutturali quali fonte di calore, vaschetta raccogli grassi e vaschetta per l’acqua verranno effettuate in relazione alla praticità d’utilizzo.

Come funziona un barbecue elettrico ?

Altro aspetto fondamentale che dovrete considerare che determina la scelta del barbecue elettrico è la presenza o meno di funzioni particolari per la cottura dei cibi.
I modelli base non presentano particolari funzioni e solitamente hanno semplicemente un interruttore di on/off. Tuttavia è possibile trovare sul barbecue elettrico funzioni che consentono di esercitare maggiore controllo sulle modalità di cottura ( La serie delle griglie elettriche Optigrill+ ne fa da esempio) maggiori saranno le possibilità di intervenire sulla regolazione della temperatura, ad esempio, maggiori saranno la qualità delle nostre grigliate, infatti possiamo trovare il termostato e le spie luminose.

Come accennavamo il termostato regolabile che sarebbe una banale rotella che permette di accendere il barbecue e di regolare la temperatura di cottura. Funzione fondamentale soprattutto se volete preparare diversi cibi che richiedono tempi di cottura differenti.
Ci sono barbecue elettrici che presentano un termostato con solo due livelli di regolazione della temperatura, una lenta e una per quella rapida, mentre i modelli top di gamma hanno una regolazione più accurata che può essere indicata, per esempio, da valori compresi tra 1 e 6.
Nei barbecue più basic possiamo regolare l’effetto del calore emanato semplicemente dalla serpentina variando l’altezza della griglia interna.

Indicatori di un barbecue elettrico

Mentre le spie luminose ci indicano se siamo in fase di riscaldamento o fase avanzata della cottura. Per la corretta lettura dei segnali luminosi si consiglia di leggere le istruzioni del BBQ elettrico perché ogni casa produttrice applica codifiche differente. In ogni caso consigliamo modelli dotati di avvisi luminosi, poichè semplificano notevolmente le operazioni di cottura.
Altre funzioni aggiuntive, riguardano sistema di sicurezza che blocca le funzioni di regolazione termostato: inserendo tale funzione sarà quindi impossibile cambiare per errore l’impostazione del termostato. Sempre per quanto concerne la sicurezza del BBQ, in alcuni barbecue elettrici le parti riscaldanti come la griglia si spengono automaticamente, se le componenti non sono posizionate nella giusta posizione oppure se vengono accidentalmente spostate.

Materiali del barbecue elettrico

Se acquisterete un barbecue elettrico leggero con griglia, prestate attenzione che la griglia sia in acciaio inox, perché vi garantirà una qualità e durata maggiore.
Se invece considerate le piastre in pietre naturali i tempi di riscaldamento sono molto più lunghi, infatti possono dilungarsi fino a circa 40 minuti.
Ce da dire che la velocità del riscaldamento della piastra dipende anche dal materiale della griglia stessa, e anche dal wattaggio del barbecue.
I watt possono oscillare da giardino di grandi dimensioni  2200 watt, ai modelli più piccoli e meno potenti 800 watt: un wattaggio elevato permetterà un veloce riscaldamento della piastra, ma comporterà anche maggiori consumi.

Superficie del barbecue elettrico

Come dicevo la superficie riscaldata su cui viene appoggiato il cibo può essere di materiali differenti, e riteniamo che anche questa sia una caratteristica da non sottovalutare nella scelta del barbecue elettrico. In breve le superfici più diffusi supporti di cottura e le loro caratteristiche:

  • Griglia e piastra antiaderente: sono le più comuni modalità di cottura. La cottura su griglia metallica è consigliata per le cibi di una certa consistenza, mentre sulla piastra è possibile cucinare pietanze che colano (come uova) o altre tagliate a prezzi più piccoli, senza l’inconveniente che cadano.
  • Pietra naturale: la più diffusa è la pietra ollare. Questo tipo di cottura è particolarmente indicato a chi ama la cucina salutare e dietetica , infatti non vi è l’aggiunta di grassi per la cottura. La pietra ollare in particolare ha una conduzione termica buona, permette di cucinare con temperatura costanti e sopratutto anche a basse temperature, quindi influisce anche sul consumo energetico del barbecue. Inoltre ha proprietà antiaderenti. Presenta lo svantaggio di essere sensibile agli sbalzi di temperatura e necessita quindi di un riscaldamento più lento e graduale
  • BBQ con coperchio: alcuni barbecue presentano la possibilità di porre un coperchio questo rende la temperatura uniforme all’interno, permettendo una cottura veloce. Solitamente il coperchio è spesso in metallo smaltato, dotato di fori per la ventilazione, e talvolta è presente un termometro che indica la temperatura interna.

Come si pulisce un barbecue elettrico ?

Un altro fattore che suggeriamo di tenere in considerazione nella scelta del barbecue elettrico è quello relativo alla sua praticità. Quando pensiamo alla praticità di un barbecue elettrico, oltre agli aspetti che riguardano la cottura in sé, pensiamo soprattutto alla praticità di pulizia e alla produzione di fumo, perché presupponiamo di usare il barbecue elettrico anche al chiuso. Ci occuperemo di questi aspetti nei seguenti paragrafi.

Ovviamente signori la migliore soluzione è un barbecue le cui parti siano facili da rimuovere e il cui assemblaggio sia altrettanto semplice e intuitivo. Il tipo di pulizia varia a seconda del tipo barbecue e di materiale: i materiali, in particolare quelli della piastra, possono essere più o meno delicati (pietre naturali, acciaio inox, acciaio smaltato…).
Possiamo generalizzare che la piastra di un barbecue di buona qualità è costituita da materiali antiaderenti, . Al contrario le semplici griglie in acciaio inox possono essere messe in lavastoviglie senza particolari problemi, anche se di solito hanno bisogno di essere scrostate a mano prima.
Nei modelli basic con griglia con griglia a vista il barbecue elettrico è sicuramente più economico ma è molto scomoda da pulire, perché la resistenza si incrosta facilmente di grasso. La variante migliore prevede invece una resistenza removibile che ne facilita la pulizia: questa è dunque un’opzione che suggeriamo di considerare nella scelta del vostro barbecue elettrico.
Mentre per la  pietra ollare, si raccomanda di non sottoporlo a sbalzi di temperatura: attendete che si raffreddi prima di lavarlo. Dopo di che potete pulire la pietra a mano con acqua e limone o acqua e aceto.
Alcuni fra i migliori barbecue sono progettati in modo tale che il grasso colato venga incanalato e raccolto in una vaschetta che raccoglie i grassi. Questa aiuta ad effettuare una più veloce ed efficace pulzia

Il barbecue elettrico fa fumo?

Infine, veniamo alle dolenti note, poiché questo tipo di barbecue è solitamente adatto all’utilizzo al chiuso, l’emissione del fumo è un elemento da considerare. diversi barbecue elettrici hanno una vaschetta per l’acqua sotto la resistenza che riduce notevolmente la produzione del fumo, rendendone possibile l’uso anche al chiuso, qualora voleste un modello da utilizzare prevalentemente al chiuso, meglio accertarsi della presenza di un sistema antifumo.


Dai un voto alla griglia
[Total: 1 Punteggio: 5]
Precedente Migliore piastra elettrica Teppanyaki

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.